L’ERUZIONE DEI DENTI NEI BAMBINI

L’ERUZIONE DEI DENTI NEI BAMBINI

La dentatura completa di un uomo adulto, compresi i denti del giudizio, comporta l’eruzione di 32 denti in totale in un arco di tempo di più di 10 anni. L’essere umano, così come altre specie presenti in natura, è caratterizzato da più fasi di dentizione: nei primi anni di vita crescono 20 denti decidui (“denti da latte”), in un secondo momento compaiono quelli permanenti. In totale, contando decidui e permanenti, l’essere umano sviluppa, nell’arco della vita, ben 52 denti.

I denti decidui

Come regola generale (ma con numerose eccezioni) a 6 mesi di età i primi dentini – gli incisivi centrali inferiori – sbucano dalle gengive del bambino. Entro poche settimane saranno seguiti dagli incisivi dell’arcata superiore, e in seguito da tutti gli altri denti, fino al completamento delle 2 arcate. L’eruzione di solito interessa 4 denti ogni 6 mesi e si conclude nel corso del secondo anno di vita. Il totale dei denti da latte è di 20 elementi (10 sopra e 10 sotto), tra incisivi centrali e laterali, canini, primi e secondi molari. Quasi sempre le bambine sono più precoci dei bambini.

I denti da latte sono importantissimi: sono quelli con i quali si impara a mangiare, a dire le prime parole, che “preparano la strada” per il posizionamento dei futuri denti permanenti. Inoltre, offrono delle preziose informazioni all’ortodontista sullo sviluppo di mandibola (osso inferiore) e mascella (osso superiore), motivo per cui è bene non ritardare troppo la prima visita odontoiatrica, ma fissarla entro i primi anni delle elementari. I denti decidui sono anche un eccellente allenamento per apprendere l’importanza dell’igiene orale e prepararsi a pulire adeguatamente i denti permanenti.

I denti permanenti

A partire dai 6 anni i denti permanenti sono già formati e spingono da sotto quelli decidui; questi inizieranno a cadere per lasciare spazio ai nuovi arrivati. Nel frattempo, le ossa di mascella e mandibola saranno cresciute per accogliere i nuovi arrivati. La fase di sostituzione decidui-permanenti è molto più lunga della precedente e infatti occupa circa 6 anni, senza considerare i denti del giudizio. I canini superiori e i secondi molari sono tra gli ultimi a comparire e spuntano tra i 12 e i 13 anni. Infine, dopo anni di pausa, la dentizione permanente si conclude con i denti del giudizio: i terzi molari compaiono a partire dai 17 anni e spesso anche molto più avanti.

I denti da latte: insegniamo a prendersene cura

Molte persone potrebbero essere portate a credere che, in quanto destinati a cadere, i denti decidui non necessitino di cure anche se fossero cariati. Questo è uno degli errori più comuni di molti genitori. Come detto, i denti da latte costituiscono un’ottima opportunità per far allenare il proprio figlio alla cura dei propri denti che, se cariati, devono essere trattati con la massima attenzione e con l’aiuto di un professionista. I denti decidui segneranno la strada alla dentatura definitiva, pertanto, è di fondamentale importanza che seguano completamente il loro ciclo vitale accompagnando ogni bambino verso l’età adulta.

6 Aprile, 2022