fbpx

Odontoiatria protesica:
soluzioni funzionali di alto valore estetico, per ripristinare le funzioni orali e il benessere del paziente

Come ritrovare una buona masticazione e un nuovo sorriso? Con protesi fisse o mobili, l’odontoiatria protesica sostituisce i denti mancanti e cura quelli danneggiati.

Cos'è l'odontoiatria protesica?

L’odontoiatria protesica è una disciplina medica dedicata al ripristino delle funzioni orali e dell’aspetto estetico del paziente, senza interventi chirurgici.
L’obiettivo della protesica è garantire il benessere del paziente attraverso soluzioni funzionali di indubbio valore estetico.

In particolare, questa branca dell’odontoiatria riguarda il restauro dei denti naturali e la sostituzione dei denti mancanti attraverso il trattamento della malposizione dei denti e l’applicazione nel cavo orale di protesi fisse o mobili.

Quando si ricorre alle protesi dentarie?

Un problema frequente nei soggetti che hanno subìto traumi o infezioni gravi del cavo orale è la perdita dei denti, che costituisce la causa di una condizione clinica conosciuta come edentulia (mancanza parziale o totale dei denti).
In questi casi, per ripristinare la regolare funzionalità dell’apparato masticatorio e l’aspetto estetico del paziente compromessi dall’edentulia, l’odontoiatria protesica è l’unica soluzione possibile.

Le protesi dentali sono dispositivi medici volti a ripristinare la regolare funzionalità del cavo orale, grazie a un’apparecchiatura artificiale.

Le protesi odontoiatriche svolgono una duplice funzione, terapeutica ed estetica.
Grazie alle protesi dentali, infatti, i pazienti ritrovano letteralmente il sorriso, recuperano i naturali lineamenti del viso e migliorano la propria qualità della vita.

Effetti meccanici ed estetici della perdita di uno o più denti

La mancanza di uno o più denti all’interno del cavo orale comporta squilibri nella masticazione e alterazioni anatomiche.
Di solito, un fattore fisiologico conosciuto come mobilità dentale comporta che lo spazio vuoto lasciato dalla perdita di un dente viene riempito dai denti limitrofi. In sostanza, a causa dell’eccessiva presenza di nuovo spazio, i denti adiacenti al dente perduto si spostano.

Questo fenomeno determina sia un cambiamento della fisionomia del volto del paziente che malocclusioni potenzialmente dannose sia per i denti, che risultano più soggetti a subire traumi a causa del carico masticatorio, sia a livello posturale e muscolare.

In quali casi è previsto l'uso di protesi fisse o mobili?

Le protesi dentarie vengono suddivise in 3 macrogruppi:

  • protesi dentarie mobili;
  • protesi dentarie fisse (per esempio, le corone e i ponti dentali usati nei trattamenti di implantologia dentale);
  • protesi dentarie combinate: uniscono elementi fissi a supporto di strutture ortodontiche mobili (in questa categoria, ricade la classica dentiera).

A seconda dello stato del cavo orale, le protesi dentali mobili vengono ancorate ai denti (scheletrato con ganci o con attacchi, protesi in nylon provvisoria), o appoggiate direttamente alle gengive (protesi totale mobile, overdenture sugli impianti dentali).

Manutenzione di una protesi dentaria

Le protesi dentali mobili applicate negli studi dentistici del network OdontoSalute sono realizzate solo con materiali certificati di qualità riconosciuta e all’avanguardia, per:

  • rispettare elevati standard qualitativi;
  • garantire massima funzionalità e durata nel tempo.

Generalmente, gli elementi strutturali delle protesi dentali sono metallici. Le porzioni di gengiva sono realizzate in resina di colore rosa. I denti sono modellati con resina bianca.

La manutenzione di una protesi dentaria e la persistenza delle sue caratteristiche meccaniche ed estetiche sono strettamente legate a una corretta igiene orale quotidiana combinata a una periodica igiene professionale.

Per la pulizia quotidiana, dopo ogni pasto, occorre estrarre la protesi odontoiatrica mobile dalla bocca e lavarla da residui di cibo e batteri, utilizzando  una miscela di acqua e detergenti (sotto forma di pastiglie), seguendo le istruzioni del dentista.
Per verificare la pulizia, l’integrità, il corretto funzionamento della protesi e valutare eventuali sostituzioni o riparazioni, è necessario un check up medico periodico, concordato con il dentista.

Quanto costa una protesi dentale?

I costi di un trattamento di odontoiatria protesica possono essere quantificati solo in sede ambulatoriale, previa accurata visita e anamnesi del paziente.
In genere, i principali fattori che incidono sul prezzo di una protesi mobile sono:

  • tipologia di protesi;
  • materiali usati;
  • situazione clinica del paziente.

Per esempio, una dentiera ha un costo inferiore di uno scheletrato o di una protesi fissa. Tuttavia, necessita di una manutenzione quotidiana e professionale più frequente.

Vuoi sapere di più? Contatta lo studio dentistico del network OdontoSalute più vicino, per prenotare il primo appuntamento. Il nostro personale sarà felice di fornirti tutte le informazioni necessarie.