fbpx

Ortodonzia trasparente: ritrovare un bel sorriso e una masticazione corretta, con l'ausilio di apparecchi ortodontici trasparenti

Discreti ma efficaci, gli apparecchi ortodontici trasparenti garantiscono una dentatura ordinata: migliorano il sorriso e correggono malocclusioni e complessità.

Cos'è l'ortodonzia trasparente?

In odontoiatria, l’ortodonzia trasparente è una tecnica utilizzata per allineare i denti, senza che i dispositivi impiegati per ottenere il risultato finale siano facilmente visibili dall’esterno.

Quando è necessario ricorrere all'ortodonzia trasparente?

Una imprecisa spaziatura fra i denti e l’affollamento dentale all’interno del cavo orale sono fattori fisici che possono causare problemi estetici, difficoltà nella masticazione e malocclusione.
Solo un professionista, come i dentisti dei centri odontoiatrici del network OdontoSalute, è in grado di stabilire la complessità della situazione e valutare il tipo di trattamento e di apparecchio ortodontico più adatto alle esigenze del paziente.

In genere, questa terapia dentale è consigliata a partire dall’adolescenza, a dentizione permanente completata.

Apparecchio trasparente: quali benefici?

Avvalendosi di mascherine trasparenti, l’ortodonzia trasparente muove i denti gradualmente e in maniera naturale e delicata, senza causare dolore nel paziente.
L’uso continuativo di un apparecchio trasparente migliora progressivamente e in maniera discreta l’aspetto estetico del sorriso e corregge malocclusioni e complessità, come morso crociato, inverso e profondo, e allevia disturbi come il bruxismo.

La trasparenza dell’apparecchio è dovuta al materiale plastico usato, anallergico, molto sottile e praticamente invisibile.

Cos'è il bruxismo? Cause, effetti e rimedi

Le mascherine trasparenti sono usate in ortodonzia anche per contrastare gli effetti del bruxismo, il digrignamento dei denti.
Essenzialmente, il bruxismo consiste nel serrare e sfregare fra loro i denti dell’arcata superiore e di quella inferiore in maniera involontaria e violenta.
Il fenomeno, che ha luogo perlopiù durante il sonno, è causato da una contrazione involontaria dei muscoli del volto coinvolti nella masticazione.
In alcuni casi, il bruxismo si verifica anche durante la veglia.

Le cause del bruxismo sono molteplici e hanno origini sia psicologiche che fisiche. Tra le più comuni, annoveriamo:

  • ansia;
  • stress;
  • nervosismo;
  • disturbi psicologici;
  • disturbi della sfera emotiva;
  • disturbi del sonno;
  • malocclusione;
  • malattie neurodegenerative.

Gli effetti più evidenti del bruxismo sono dolore ai denti e a livello mandibolare, secchezza delle fauci, indolenzimento della muscolatura deputata alla masticazione, mal di testa, compromissione della qualità del sonno.
A causa del violento e continuato sfregamento dei denti, lo smalto che ricopre la dentatura si usura più velocemente, rischiando di danneggiare il dente in profondità e in maniera permanente e di favorire scheggiature, incrinature e fratture dei denti coinvolti.
Inoltre, il bruxismo può minacciare la stabilità di faccette dentali estetiche, otturazioni, impianti e corone.

Non esiste un trattamento specifico in grado di porre fine drasticamente al bruxismo. In campo odontoiatrico, si suggerisce l’uso della mascherina trasparente (detta anche bite) appositamente sagomata sui denti del paziente da professionisti specializzati come i dentisti gnatologi del circuito OdontoSalute, per impedire lo sfregamento delle arcate dentali e una precoce usura dei denti.

Ortodonzia trasparente: quanto costa?

Le tariffe per una terapia ortodontica con mascherine trasparenti variano in base alla situazione odontoiatrica del paziente e alla durata della cura. Per valutare i costi del trattamento, occorre effettuare un check up con un ortodontista, per valutare insieme al paziente la miglior soluzione di cura.

Vuoi sapere di più? Contatta lo studio dentistico del network OdontoSalute più vicino, per prenotare il primo appuntamento. Il nostro personale sarà felice di fornirti tutte le informazioni necessarie.